Adriano Olivetti
 
Le “Edizioni di Comunità ” hanno pubblicato, è vero, qualche testo al limite tra filosofia e religione, ma ciò aveva lo scopo, peraltro comune a tutta l’azione politica del nostro gruppo, di introdurre una dimensione religiosa nella cultura politica, di modificare il laicismo impoverito di una parte della tradizione italiana in una cultura più attenta a tutti i problemi dello spirito, e di far sentire la necessaria presenza della religiosità nel mondo contemporaneo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *