Olivettiana.it insieme alla Fondazione Cirulli – Vittoria, Sonia e Massimo- e alla Fondazione Adriano Olivetti hanno condiviso il progetto e l’organizzazione del Seminario di formazione dedicato alla Pubblicità e al Design alla Olivetti, svolto il 31 maggio 2017 presso la Fondazione Cirulli di San Lazzaro di Savena. 
Oggi, nella triste circostanza della scomparsa di Nicola , padre di Massimo, i colleghi che l’hanno conosciuto e l’Associazione Olivettiana.it sono particolarmente vicini alla famiglia Cirulli.

Ricordo di Nicola Cirulli

Nicola (Lino) Cirulli è stato un collega di lavoro al quale tutti hanno voluto bene.
Entrò nella Filiale Olivetti di Bologna, in Via Marconi 9, dopo avere svolto ruoli di responsabilità commerciale in Everest, azienda produttrice di macchine per ufficio, che è entrata a far parte del gruppo Olivetti nei primi anni sessanta.
Colpiva il suo modo di essere: mite, sereno, professionale e tenace. Tra i più giovani colleghi, qualcuno sorrideva bonariamente del suo frequente parlare della propria
famiglia, citata con orgoglio e con misura.
Quando, anni dopo, Lino incontrava colleghi che stavano lavorando in altre sedi Olivetti ( Milano, Ivrea o altre Filiali), parlava delle professioni e delle attività dei
propri figli, tra le quali una mostra di immagini del mondo del cinema, organizzata a Bologna da suo figlio Massimo.
Lino era giustamente orgoglioso di avere trasmesso loro la passione per il lavoro insieme al tratto organizzativo e culturale che aveva vissuto e assorbito nell’ambiente
Olivetti. Va ricordato in proposito una Fiera svolta nel Salone del Podestà di Bologna dove la Filiale Olivetti presentava la macchina per scrivere portatile Valentina , disegnata da Ettore Sottsass.
Lino, che aveva una intelligenza commerciale molto marcata, chiese e ottenne dal Direttore di potere inserire un richiamo al mondo dei genitori e dei nonni , come
possibili acquirenti della Valentina per figli e nipoti.
Quella che sarebbe diventato un pregiato gioiello del design italiano fu quindi proposto anche come un prodotto pregiato per la famiglia.

Lino era fatto in questo modo : concentrato sugli obiettivi nei quali inseriva intuizioni geniali, e appassionato per il lavoro ben fatto.
Lo dimostrò con il successo che ebbe nella sua mansione di responsabile per lo sviluppo dei Concessionari di Città, nella fase conclusiva del suo lavoro in Olivetti.

Gli amici di olivettiana.it della Filiale Olivetti Bologna

21 luglio 2017

Comments

  1. Olivetti, per me bambino, era sinonimo di ASILO NIDO, POI MATERNA. E ancora i regali che la ditta faceva ai figli dei dipendenti, mai banali e qualche regalo lo uso oggi con mio nipote, che ha solo tre anni, ma gioca come giocavo io con mio fratello, allora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *