Un analista di sistema nella Olivetti dal 1983 ci scrive.

//Un analista di sistema nella Olivetti dal 1983 ci scrive.

direttore dei Centri Comunitari di San Giovanni in Fiore e di Napoli Secondigliano; in Olivetti si è occupato di gestione e di formazione del personale; dirigente della formazione quadri e dirigenti delle Cooperative di Consumatori aderenti alla Lega Nazionale delle Cooperative; direttore delpersonale e dell’organizzazione di CISA spa; Vice Direttore Generale di SITE spa; Direttore Generale di META spa e della Fondazione Aldini Valeriani.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostieni Olivettiana.it





Comments

  1. Ringrazio Olivettiana per la pubblicazione di quanto ho ritenuto utile comunicare, in risposta a un invito a chiarire il mio interesse per Adriano Olivetti.

    La visione retrospettiva che propongo è rivolta alla ricerca di indizi su come prevenire il rischio, attualmente ignorato dalla transizione digitale in atto, nell’industria e nella pubblica amministrazione, di limitarsi allo sviluppo e perfezionamento di una “interfaccia utente” funzionalmente destinata ad “adeguare il cliente/utente al servizio/sistema”.

    Non è ancora avvertita l’urgenza di “un processo di adeguamento dei servizi/sistemi digitali ai bisogni dell’utente”.

    Per la gestione di questo tipo di processo occorre percepire la necessità di una “interfaccia umana”, simile al ruolo di analista di sistema in comunità di utenti come quelle ricordate nella mia comunicazione.

Rispondi a luigi bertuzzi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.